Per “Terra di Poesia” Lorena Paris presenta  Angelo Russo

 

 

 

 

 

Per “Terra di Poesia” Lorena Paris presenta  Angelo Russo

Angelo Russo,  noto e apprezzato artista,  è figlio della terra di Tuscia. Alla sua creatività, ho dedicato alcune mie poesie. In anteprima,  per i lettori di Sabina  Magazine,  ne scelgo una per la rubrica, con la mia lettura nell’audio. 

“Non c’è momento 

dedicato

ma un’esigenza lieve

o forse breve

il tocco in superficie

e in luce dell’intimo 

segno che conduce.

Un guscio che schiude

amaro e delicato

il nido di naturalezza

il filo d’oro della scelta

di quel tratto

o non ancora.

Poi, il tempo che accade 

sapiente lo colora.”  

Sono versi scritti per 

“l’attimo creativo” , il “kairos” che Angelo Russo conosce molto bene, per dar  vita, artista qual è, al suo tratto così particolare e distintivo, direi inconfondibile. Nelle tele egli trasfonde il suo sentire, i suoi sogni, i desideri, la sua visione delle cose che insieme 

si fanno  espressività di forme

e colori,  estro elegante e inconfondibile armonia, tutti elementi peculiari della sua arte. 

Angelo Russo è nato a Proceno e vive a Viterbo. 

La sua formazione si completa tra arte e psicologia. Dopo studi di Architettura, presso L’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, si laurea in Psicologia a indirizzo clinico presso la stessa Università.

Espone per la prima volta nel 1975, all’interno di una collettiva  tenutasi

nella Chiesa di S. Egidio a Viterbo. La sua prima personale è del    1981, nel bel foyer  del Teatro dell’Unione di Viterbo.  

Da allora è un susseguirsi di partecipazioni a  numerosissime  collettive e personali, stanziali e itineranti,   sia nella Tuscia, sia in  tutta Italia e in Europa. 

Da citare la mostra  personale  in Svezia, del 1992, presso

il Politecnico di Göteborg. 

Nel 1991  vince il 

“Concorso Internazionale per progettazione della “Macchina di S. Rosa” – anni  1991/1995”. 

La sua   “Sinfonia d’Archi” sfilerà la sera del 3 Settembre, per le strade di Viterbo per  ben 7 anni consecutivi.  

Nel  1996,  è l’ autore della scultura per la caratteristica  “processione sul lago”  che si tiene la sera   di ogni 15 agosto a Trevignano Romano. 

In seguito, realizza opere per 

il Palio di Bolsena

il Premio Maestro Fardo di Viterbo

il Palio di S. Anselmo, Bomarzo

il 25 anniversario del Sodalizio dei Facchini di S. Rosa

il Palio di S. Ippolito per il Comune di Vetralla.  

I suoi lavori sono premiati in numerose manifestazioni artistiche e concorsi, 

non ultimo il prestigioso 

“Guglielmo II” 

nel settembre del 2020 

a  Monreale, Pa.  

 Il mese di luglio  2021 vedrà l’inaugurazione della sua mostra

 “ ritorno al luogo natio”  

che si  terrà  dal 18 luglio al 16 agosto, a Proceno. Esposizione in collaborazione con la Galleria Falzacappa  Benci, il Comune e il Castello di Proceno. 

Inoltre è in preparazione  

la sua attesissima 

Mostra Personale  a “Viterbo Sotterranea”, Viterbo, prevista dal primo al trenta settembre p.v.

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *