Origini e avventure dell’orologio pubblico di Toffia

orologio-toffiadi Renzo Giorgetti

 

Nell’archivio storico del comune esistono alcuni documenti riguardanti le origini e le vicende dell’orologio pubblico situato sul campanile della chiesa di S.Maria Nova.

Il primo documento è costituito da una lettera del 1787 contenente l’obbligazione dell’orologiaio incaricato di riparare l’orologio civico.

Nel carteggio dell’anno 1869 si cita ancora qualche intervento alla macchina dell’orologio. Si tratta probabilmente di qualche restauro.

Un carteggio dell’anno 1878 contiene finalmente i documenti progettuali per l’acquisto di una nuova macchina dell’orologio civico. L’inventario dell’archivio storico, indica chiaramente il titolo del carteggio e permette di individuare l’argomento dei documenti contenuti.

Sarebbe molto opportuno che qualche studioso locale potesse accedere ai suddetti documenti al fine di raccogliere e studiare dettagli tecnici interessanti in merito all’orologio del proprio paese.

Una foto attuale del campanile evidenzia la presenza di un quadrante di intonaco bianco su cui sono dipinte 12 cifre romane in vernice nera, indicate da una sola lancetta di lamiera sagomata.

Sembra quindi che il quadrante sia ancora quello riferito alla sostituzione del congegno meccanico avvenuta nel 1878. [vedasi foto]

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.