Lorena Paris presenta i versi del poeta  romano  Mario  De Santis

Lorena Paris presenta i versi del poeta  romano  Mario  De Santis

 
 
 
“Quando sono le stelle a viaggiare/
siamo noi i punti fissi del mondo/
attendere è ribaltare le attese/
stare in un punto sapendo che tutto il resto /
è vuoto. Così io aspetto il tuo arrivo/
tra le famiglie dei pianeti, in un delirio/
di orbite e attrazioni.
L’ universo fugge/
 verso tutti gli amori impossibili/
il punto oscuro da cui il sole ha trovato,/
nel buio, la sua strada. Così non c’è niente/
da dire, farà tutto la materia/
dove ci siamo già incontrati./”
 
 
Questi versi di Mario De Santis  sono  ispirati  dall’ amore, dal suo amore.  Fulcro poetico è  il moto dell’ universo dove è  tutto deciso,  dove tutto è in sincrono, 
nell’ineludibile cammino del mondo. Il cuore umano accoglie la strada segnata dal sole,  genesi  di  vita. Una via  percorsa dalla certezza dei sogni impossibili e tracciata  da “ossimori” che  il testo svela  nei concetti espressi del  “mistero conosciuto” e della  “iperbole misurata”.   Non c’è  rassegnazione che traspare dalle   parole  del poeta ma  tranquillità  e  consapevolezza,  soffuse  sul destino,   sulle  pacate attese.  Potente è  il messaggio di De Santis, in finale di poesia,  sulla forza materica artefice di incontri e  attrazioni. 
 
 
 
De Santis è nato a Roma. Nome di punta di   varie RADIO di carattere nazionale,  su 
Radio Capital ha curato e condotto trasmissioni, tra cui “Soul Food” dedicata a libri, arte e teatro. 
Come poeta, ha pubblicato:
 “Le ore impossibili”- Empiria, 
“La polvere nell’acqua” – Crocetti, 
“Sciami” – Ladolfi.  
Collaboratore di  Repubblica TV e Robinson.
 Ideatore e conduttore  (con Giancarlo Cattaneo e Maurizio Rossato) del reading-show di poesia
 “Parole Note Live”. 
Scrive di libri,   letteratura e poesia su varie testate tra cui  sul settimanale de  “La Stampa”: 
“Specchio”.
 
 

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.