Il Collegato Ambiente: a tutela dell’ambiente e dell’agricoltura

pastorelli2«Il Collegato Ambiente approvato ieri alla Camera rappresenta un grande passo avanti per la tutela dell’ambiente e per tutto il mondo agricolo. Ad essere rappresentate sono state anche le istanze del settore olivicolo, comparto agricolo di riferimento della provincia reatina. La misura che prevede l’assimilazione delle acque reflue di vegetazione dei frantoi oleari alle acque reflue domestiche è da sottolineare con forza. Lo scarico delle acque di vegetazione in una pubblica fognatura sarà ammissibile per i soli frantoi che trattino olive provenienti dal territorio regionale e a condizione che i singoli gestori del Servizio idrico integrato non ravvisino criticità nel sistema di depurazione. Questa disposizione costituisce un’importante risposta alle esigenze, più volte rappresentate dai socialisti, dei piccoli produttori olivicoli, i quali con il loro lavoro, non sempre adeguatamente sostenuto e difeso dalle Istituzioni, riescono a garantire un altissimo livello qualitativo delle loro produzioni, preservandone il prestigio». Lo afferma Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente della Camera.

«Fondamentali – prosegue – anche le misure riguardo alla pulizia dei fondali marini ed al nuovo divieto di abbandono di mozziconi di sigarette al suolo, nelle acque e negli scarichi. Da sottolineare poi l’introduzione di un credito d’imposta per le imprese che effettuano bonifiche dall’amianto. Il Collegato Ambiente ha come obiettivo quello di orientare l’Italia verso un nuovo modello di crescita, improntato sulla green economy, e costituisce un passaggio essenziale nel percorso che conduce ad nuovo modo d’intendere il governo del territorio».


Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.