Il bookcrossing è arrivato anche a Poggio Mirteto: inaugurate due cassette

di Elisa Sartarelli

Il bookcrossing è arrivato anche a Poggio Mirteto, nel cuore della Sabina. Sono state recentemente inaugurate due casette piene di libri in Piazza Martiri della Libertà, durante l’evento “Mercante in fiore”. A tagliare il nastro, il sindaco Giancarlo Micarelli e il presidente della Pro Loco Tommaso Piersanti. Presente all’evento anche l’assessore Cristina Rinaldi. In tutto sono stati raccolti più di 800 libri, catalogati dalla volenterosa Clarissa Neri. In prima fila la bibliotecaria Laura Daniela Tusa della Biblioteca “Peppino Impastato”, che ha ospitato i libri da catalogare e tuttora ne ospita molti. Un aiuto è arrivato  anche da Francesca Bianchi, responsabile del bookcrossing di Massa. E tanti sono i volontari che hanno dato il loro contributo per la realizzazione di questo progetto.
A spiegare cosa sia il bookcrossing e come funzioni ha pensato Lucia Alberti. Si tratta di una semplice ma efficace pratica di diffusione della cultura. Basta recarsi presso le due casette colorate in legno e prendere uno o più libri che ci interessano; questa si chiama “Zona ufficiale Bookcrossing” (OBCZ), un punto fisso in cui prendere o rilasciare libri. La casetta più grande contiene libri per adulti mentre quella più piccola è a misura di bambino, dentro e fuori. Al momento sono già terminati i libri per bambini, come si legge nella pagina di Facebook Bookcrossing Poggio Mirteto. I libri si possono prendere liberamente e devono essere riportati indietro una volta letti; oppure possono essere lasciati in un altro punto d’Italia o del mondo dedicato al Bookcrossing; o ancora, potete lasciare i libri in giro in un punto non dedicato, perché qualcuno li trovi. Ad ogni libro registrato è stato assegnato un codice e attraverso questo può essere seguito nei suoi spostamenti che andrebbero segnati nel sito bookcrossing.com. Per quanto riguarda Poggio Mirteto, sembra che chi ha ancora libri da regalare li possa lasciare nelle casette anche senza etichetta, poi gli organizzatori penseranno a registrarli. Ma ognuno potrebbe anche registrare il proprio libro semplicemente da casa. Per saperne di più basta andare nel sito bookcrossing.com nella sezione “Come funziona”.

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.