I due organi perduti di Tophila oggi Toffia

TOFFIA (2)

di Renzo Giorgetti

 

Tophila fu sempre soggetto alla forte influenza dell’abate di Farfa. Verso la metà del XIX secolo le due chiese principali erano dotate di un organo, che oggi non esiste più. Cerchiamo di recuperarne almeno la memoria, mediante due circostanziate citazioni.

 

 

S.Maria Nova

 

La chiesa si chiamava S.Maria in Castello e fu costruita sulla superficie del castello dei Colonna verso la metà del XVI secolo. Attualmente viene detta anche della Visitazione. [vedasi la cartolina d’epoca]

Un libro scritto da Adone Palmieri nel 1858 indica la presenza dell’organo: “con bell’organo”

A causa di un corto circuito avvenuto nel presepe, tra il dicembre 1980 ed il gennaio 1981 si è sviluppato un devastante incendio, che ha distrutto totalmente l’antico organo. [Vedasi il sito web “Tourismo in Sabina”.]

Fine ingloriosa di un cimelio storico sicuramente di notevole valore artistico.

 

 

S.Lorenzo

 

La chiesa fu in passato una importante cattedrale, mentre in tempi recenti sembra abbia perduto importanza e sia divenuta una chiesa secondaria del paese. L’edificio peraltro appare di dimensioni abbastanza contenute.

Il suddetto libro del 1858, scritto da Adone Palmieri, indica comunque la presenza di uno strumento musicale con la laconica descrizione: “v’è pure organo”.

Pare che sia scomparso anche questo  cimelio.

 

 

Adone PALMIERI, Topografia Statistica dello Stato Pontificio: ossia breve descrizione delle città e paesi, loro malattie predominanti, commercio, industria, agricoltura, istituti di pubblica beneficenza, santuari, acque potabili e minerali, popolazione […], parte terza Provincie di Velletri, Rieti e Frosinone, Tipografia Forense, Roma 1858, p.78.

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.