Fino al 26 settembre gli spettacoli itineranti di Sentieri in Cammino

di Andrea Moiani

Il 9 luglio, al Teatro Comunale di Poggio Moiano, è stato presentata ufficialmente la manifestazione artistica “Sentieri in Cammino” curato anche in questa seconda edizione da Massimo Wertmüller, Paolo di Reda e Stefano Caponi. Come ogni anno, il progetto si pone l’obiettivo di valorizzare il territorio grazie anche al sostegno della Regione Lazio attraverso il Fondo per la promozione del patrimonio culturale e a quello della Fondazione Varrone, assai attivo in questo intento.

Il programma, vastissimo e per tuti i gusti, toccherà tutti e nove i paesi coinvolti nel progetto in maniera itinerante e si svolgerà fino al 26 settembre per un totale di 24 spettacoli. Per il teatro, tra i protagonisti, ci saranno lo stesso Massimo oltre che Michele la Ginestra, Paolo Triestino, Max Paiella e Marco Mete. Saranno presenti anche le compagnie teatrali Creme&Brulé, Argilla teatri, Teatro Immagini, Matuta Teatro, Luceombra e Camentalia che animeranno i centri storici. Per la musica, si punta a promuovere nuove melodie in cui si fondono classico, jazz e musica etnica. Si esibiranno l’Ensemble di Germano Mazzochetti, il Quintetto Puckcon il Concerto Bolling, il Movies String Quartet.

Il programma completo su https://www.sentieriincammino.com/ o alla mail postmaster@sentieriincammino.com dove è anche possibile svolgere la prenotazione, che è obbligatoria. L’intera manifestazione verrà svolta nel pieno rispetto delle norme anticovid vigenti. Il costo del biglietto è di 5 €.

A presentare il programma completo, il vice-sindaco di Poggio Moiano Matteo Massimi. Presenti anche i sindaci degli altri otto comuni che hanno aderito al progetto del quale Poggio Moiano è capofila: Casaprota, Frasso Sabino, Monteleone Sabino, Montenero Sabino, Poggio Nativo, Pozzaglia Sabina, Rocca Sinibalda e Scandriglia. Assenti per motivi politico-istituzionali gli on. Fabio Refrigeri e Fabio Melilli. Assente fisicamente, per motivi lavorativi, anche il direttore artistico Massimo Wertmüller che ha voluto comunque mettere a disposizione un contribuito video in cui ha espresso tutta la sua soddisfazione per l’avvio del progetto:

«Questo video è per testimoniare che questa avventura ricomincia. Ringrazio Paolo di Reda (senza il quale non si poteva fare nulla) e Stefano Caponi, che hanno pensato di darmi questo incarico di direzione artistica. È un compito che ho svolto cercando di portare il teatro e la cultura in quei luoghi meravigliosi del Lazio accorgendomi di come essi cerchino cultura. Non ho fatto altro che portare lì persone, artisti e amici che non stimo solo dal punto di vista artistico ma anche umano del quale mi possono fidare ciecamente. Con “Sentieri in cammino” continuiamo il percorso iniziato con “Sentieri interrotti”. Chissà dove ci porterà questo nuovo percorso…Spero che questo mio umilissimo apporto, anche grazie al preziosissimo e fondamentale aiuto della Regione Lazio, possa far finalmente germogliare il seme della cultura. Sono contento che questa attività di semina abbia dato i suoi primi frutti. Speriamo di poter andare avanti insieme in questa avventura.»

Parole di soddisfazione anche da parte del vice-sindaco di Poggio Moiano Matteo Massimi. «Sono orgoglioso di poter presentare questa manifestazione che è nata poco prima del momento più buio per il teatro, per il cinema e per la cultura in generale. Questo nuovo percorso di recupero del vecchio potrebbe essere l’inizio di un momento luminoso e speriamo che le riaperture restino tali per il prossimo periodo. Sono contento e orgoglioso che il comune di Poggio Moiano abbia contribuito all’organizzazione di una manifestazione che ci porta ad un livello che non è comune per i nostri piccoli borghi, che abbiamo intenzione di valorizzare. Ringrazio la fondazione Varrone che ci ha dato un suo contributo per la realizzazione. Ringrazio anche Paolo di Reda e gli impiegati comunali che si fanno in quattro per questo tipo di preparazione e tutti coloro che hanno dato il proprio contributo.»

 

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *