ASSAGGI: un successo il Salone dell’Enogastronomia laziale

“Raggiunto il doppio risultato di valorizzare le eccellenze enogastronomiche delle imprese partecipanti e di promuovere turisticamente il territorio nell’ambito di una quattro giorni che ha registrato in città una massiccia affluenza di visitatori”. Con queste parole Domenico Merlani, presidente della Camera di Commercio di Rieti-Viterbo, traccia un bilancio della prima edizione “Assaggi – Salone dell’enogastronomia del Lazio” che ha portato nel capoluogo della Tuscia dal 30 settembre al 3 ottobre migliaia di presenze provenienti anche da fuori provincia.

“Registriamo da parte delle imprese che hanno partecipato al Salone feedback molto positivi rispetto ai visitatori – aggiunge – i quali hanno potuto godere di una manifestazione che, a partire dal Palazzo dei Papi, si è articolata in varie location di Viterbo, tra cui Piazza del Plebiscito, Piazza San Carluccio e il chiostro longobardo di Santa Maria Nuova, nell’ambito di un ricco programma di eventi, degustazioni, show cooking con chef stellati ed osti slow food, esperienze sensoriali, attività per bambini. Un mix vincente che ha coinvolto il pubblico in una immersione totale nei profumi e nei sapori delle migliori produzioni laziali”.

Dai Food talk “Il marchio Tuscia Viterbese” e “Pesce di lago e di fiume” alle degustazioni guidate di vini e di olio Evo, con la partecipazione attiva dei panel di assaggiatori della Camera di Commercio, ma anche di birra, chinotto e liquori sempre a cura di Carlo Zucchetti l’enogastronomo con il cappello. Dagli eventi per bambini a cura di Slow Food Lazio in piazza del Plebiscito all’area “Street food from Lazio” in piazza San Carluccio. Infine le opportunità di incontro BtoB delle imprese partecipanti con gli operatori professionali garantite all’interno del Salone, oltre ai seguitissimi show cooking in Piazza del Plebiscito che hanno portato in città alcuni tra i migliori chef del territorio: Iside De Cesare (La Parolina, Trevinano, Acquapendente), Tiziana Favi (Namo Ristobottega, Tarquinia), Marco Ceccobelli (Il Casaletto, Grotte Santo Stefano, Viterbo), Maurizio Grani (Trattoria Enocacioteca Il Moderno, Viterbo), Vincenzo Mancino (Pro Loco Trastevere Osteria, Roma), Evandro Marasca (brand ambassador di Tecnoinox), 2men1kitchen Food Bloggers, Eliana Vigneti (Spirito DiVino, Roma), Salvo Cravero (Olivo Country Club, Bassano in Teverina), Laura Belli (Giardini di Ararat, Bagnaia), Giulio Petrella (Il Pirata, Marta), Lorenzo Iozzia (Casa Iozzia, Vitorchiano).

La quattro giorni ha potuto contare anche su “Fuori Assaggi”, un “fuori salone” durante il quale le imprese del territorio hanno organizzato a Viterbo e nei centri della provincia un calendario di cene a tema, degustazioni, installazioni, dibattiti e incontri con i produttori, tutti incentrati sulla cultura e sul patrimonio enogastronomico della regione.

“Una manifestazione che puntiamo a migliorare ulteriormente per le prossime edizioni –  illustra il segretario generale della Camera di Commercio di Rieti-Viterbo, Francesco Monzillo –  grazie ad una partnership vincente che ha unito Camera di Commercio di Rieti-Viterbo, Camera di Commercio di Roma, Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali e Regione Lazio, con il patrocinio del Comune di Viterbo, la collaborazione di Agro Camera, azienda speciale della Camera di Commercio di Roma, Slow Food Lazio e della Scuola Alberghiera di Viterbo”. Il salone ha inoltre sostenuto la pesca intelligente ed ecocompatibile per agevolare la transizione verso un’attività sostenibile e inclusiva, favorendo un’alimentazione sana e nutriente, in linea con il Programma Operativo FEAMP (Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca) promosso dal MIPAAF.

 

 

 

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *