Alle Olimpiadi della legalità, partecipano anche le scuole di Rieti

Olimpiadi della legalità, partecipano anche le scuole di Rieti grazie alla convenzione con il Comune. Palomba: “alleniamo ragazzi e famiglie ai sani principi di legalità e sicurezza”.

 

Grazie alla convenzione sottoscritta dal Comune di Rieti, assessorato ai Servizi Sociali, e dagli Istituti comprensivi aderenti, con l’associazione IRIS T&O, è stata avviata a partire dal 21 febbraio scorso, la prima fase del progetto “James Fox – Olimpiadi della legalità e sicurezza – I love my City” che coinvolge oltre 450 scuole della Regione Lazio.

Le insegnanti di Rieti parteciperanno a seminari e corsi autorizzati dal MIUR per adempiere alla funzione di ottimi “allenatori” e guidare al meglio i ragazzi  nella partecipazione ai giochi. Per sostenere i propri figli anche i genitori avranno la possibilità di confrontarsi con psicologi e tecnici esperti sugli argomenti che James Fox, uno “speciale agente segreto”, tratterà con loro (dal bullismo e cyber bullismo ai pericoli derivanti dall’utilizzo di internet, da riconoscere e prevenire).

Attraverso laboratori e giochi, i ragazzi si alleneranno a praticare sani principi di legalità e sicurezza, imparando il rispetto delle regole e a riconoscere comportamenti illeciti, proteggendosi dai malintenzionati e prevenendo le minacce che li circondano. Gli atleti si serviranno dell’aiuto degli insegnanti che, con l’aiuto degli agenti della squadra di James Fox, saranno i loro esperti allenatori, mentre i genitori svolgeranno il ruolo di “preparatori atletici”.

Il trofeo “Top of the City” sarà assegnato alla Città che maggiormente rappresenterà il sogno di James Fox, all’Istituto scolastico più partecipativo sarà donato un corso riconosciuto dal MIUR dal valore stimato in €3.500 volto allo sviluppo e alla crescita professionale di insegnanti, dirigenti scolastici e personale ATA. Le olimpiadi “Jamex Fox” sono finanziate da IRIS T&O e realizzate con il supporto di ENERGENIA – Centro di ricerca educativa – e REMAKE – produzioni audiovisive per l’educazione. L’iniziativa si avvale altresì di un cofinanziamento della Regione Lazio per gli interventi regionali per lo sviluppo del cinema e dell’audiovisivo.

“Esprimo apprezzamento per l’iniziativa che coinvolge, sinergicamente, Istituzioni, ragazzi e genitori – dichiara l’assessore ai servizi sociali del Comune di Rieti, Giovanna Palomba – Attraverso questo progetto si rende possibile la costituzione di una rete sociale di supporto a bambini e ragazzi che successivamente potranno essere coinvolti a loro volta nelle azioni educative. Si vuole diffondere in modo sempre più capillare una cultura autentica dei valori civili e la pratica della legalità. Tutti insomma possiamo costruire una realtà più vivibile e sicura”.

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.