A tutela dei minori la Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori

di Maria Grazia Abbamonte

 

Una tutela per i minori figli di genitori separati La Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori

 

Da non molto tempo, esiste in Italia l’Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza, una nuova figura istituzionale regionale istituita nel Lazio nel 2002, al fine di assicurare la piena attuazione dei diritti riconosciuti alle persone minori di età. (^) Nel 2018 tale istituzione, che agisce nell’ambito del Consiglio regionale, ha emesso una normativa dedicata ai minori figli di genitori separati, qualcosa di mai visto prima in termini di tutela dei diritti e delle esigenze fondamentali dei bambini e  adolescenti i cui genitori sono separati o si stanno separando, lasciando così – con la separazione – il legame di coppia non più all’intimità domestica e familiare, ma alla normativa del diritto civile di famiglia. Ecco i dieci articoli che compongono la Carta, molto interessanti per una riflessione dal punto di vista dei minori:

 

  1. I figli hanno il diritto di continuare ad amare ed essere amati da entrambi i genitori e di mantenere i loro affetti
  2. I figli hanno il diritto di essere figli e di vivere la loro età
  3. I figli hanno il diritto di essere informati e aiutati a comprendere la separazione dei  genitori
  4.  figli hanno il diritto di essere ascoltati e di esprimere i loro sentimenti
  5. figli hanno il diritto di non subire pressioni da parte di genitori e parenti
  6. I figli hanno il diritto che le scelte che li riguardano siano condivise da entrambi i genitori
  7. figli hanno il diritto di non essere coinvolti nella separazione dei genitori
  8.  figli hanno diritto al rispetto dei loro tempi
  9. figli hanno il diritto di essere preservati dalle questioni economiche
  10. figli hanno diritto di ricevere spiegazioni sulle questioni che li riguardano

 

Ad una prima lettura è sorprendente come ogni articolo di questo decalogo sappia cogliere da vicino esattamente ciò che un bambino vive sperimenta e vorrebbe che accadesse nella fase di separazione dei propri genitori: ai grandi vengono chiesti attenzione e ascolto, riconoscimento,  rispetto del ruolo di figli che desiderano soprattutto immutato affetto e considerazione. Nel vortice delle vicende conflittuali, nella forte tensione di queste fasi della vita di noi adulti, spesso rimangono coinvolti bambini e ragazzi che ne soffrono moltissimo, con conseguenze importanti sul piano della salute psicologica e del rendimento scolastico.  Lo vediamo ogni giorno, nelle nostre vite o in quelle dei nostri amici, o degli amici dei nostri figli: le conseguenze di un atto legittimo e spesso inevitabile, anzi consigliabile in presenza di aggressioni e violenze, come una relazione di coppia che cambia, che finisce, diventa per un bambino un trauma, un ostacolo, un macigno, un momento difficile, un fatto che davvero non vorrebbe mai… Dunque mettiamoci attenzione, e quando possibile anche aiuto psicologico, a superare i momenti più critici, i ricordi indigeriti, le sofferenze inespresse, prestiamo attenzione ai segnali dei nostri figli, i disegni, la scuola, i cambiamenti di umore, le fragilità che all’improvviso possono comparire e diventiamo capaci di riconoscere ciò che gli articoli della Carta ci ricordano, e cioè come manifestare ai nostri figli l’immutato infinito amore dei loro genitori.https://www.garanteinfanzia.org/landing2/Inserto_staccabile.pdf

 

 

 

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *