A Greccio sagra dei primi alla francescana

sagra greccioGreccio riscalda i motori per il suo presepe

Saccottini al cuore di arancia, gnocchi tartufati e fraticelli al sapore di bosco: più che una Sagra, un viaggio all’indietro nel tempo alla riscoperta di un passato lontano. Ricette uniche realizzate con materie prime di tanti secoli fa, da gustare in un luogo in cui le tracce del passaggio di San Francesco sono ancora più vive che mai, piatti che si dicono ‘amati da San Francesc0’. Il 5, 6 e 8 dicembre a partire dalle 12 Greccio, piccolo gioiello incastonato tra le verdi colline della Valle Santa di Rieti, organizza la “Sagra dei primi alla francescana”, uno degli eventi più gustosi nell’ambito del ricco programma dei festeggiamenti natalizi, che si apriranno con i caratteristici Mercatini e culmineranno con il Presepe più antico del mondo.

Già, assaggiando questi piatti particolari insieme ad altre ricette della tradizione locale, il viaggio all’indietro nel tempo condurrà i visitatori direttamente nel 1223, l’anno che ha reso il paese di Greccio noto in tutto il Pianeta: fu allora che, di ritorno da un viaggio in Palestina, il frate di Assisi decise di ricostruire con persone e animali del tempo le scene della Natività di Betlemme, dando vista al primo Presepe della storia.

Qui, negli stupendi boschi di querce ed elci che circondano il paese, i visitatori potranno andare alla scoperta della “Cappelletta”, che sorge nel luogo in cui San Francesco si ritirava in preghiera in una capanna protetta da due piante di carpino. A circa 2 km dal borgo di Greccio, arroccato sulla roccia di un costone boscoso,
come un nido di aquila, si erge invece maestoso il Santuario del Presepe, uno dei monumenti più importanti della storia del francescanesimo: è qui che Francesco, nella notte del Natale del 1223, rappresentò con personaggi viventi la natività. L’antico borgo medievale, invece, conserva parte della pavimentazione del vecchio castello e tre delle sei torri di cui la maggiore trasformata nel XVII° secolo in torre campanaria.
Meritano una visita la chiesa parrocchiale dedicata a San Michele Arcangelo, la chiesa di S. Maria del Giglio e la sua diruta, oggi restaurata e destinata a Museo Internazionale del Presepio.

Info
Località – Greccio (RI)
Date –  5, 6 e 8 dicembre
articolo tratto da fuoriporta

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *