A Dacia Maraini assegnato il Premio “Donne in prima fila”

La Rassegna cinematografica Parliamo di donne, giunta alla sua sesta edizione, attenta alle tematiche del mondo femminile, quest’anno, in cui la guerra incombe, ha voluto volgere il suo sguardo alle Donne costruttrici di Pace, poiché le donne per loro natura sono contro guerre e violenze, non solo perché le subiscono, ma perché le donne generano la vita. Le donne amano e chi ama non può che perseguire la Pace.

Per le donne la guerra, la violenza significano lontananza, perdita dei propri affetti. Significano paura, ricerca di riparo e protezione per sé e per la propria famiglia. Significano affrontare da sole una quotidianità dura e brutale. Significano domandarsi perché non la Pace, perché preferire aggressività e distruzione.

Per sottolineare questi aspetti, si terrà un’anteprima della Rassegna. Il 17 luglio, alle ore 19.00, nel Parco Camuccini dove ci sarà una serata evento in onore di Dacia Maraini: Filippo La Porta ci aiuterà a conoscere la scrittrice, mentre Giorgia Fiori leggerà alcuni brani tratti dalle sue opere e la poesia Dove c’è la guerra.

 La senatrice Valeria Fedeli, già ministro della Pubblica Istruzione, consegnerà a Dacia Maraini il Premio “Donne in prima fila”, che trova la sua motivazione, tra l’altro, come scrive Luca Verdone, Direttore Artistico della Rassegna, nel “contributo che Dacia Maraini ha reso alla comprensione e all’incontro tra i popoli e tra gli uomini e le donne vittime della violenza di “genere” e offre un canto di lode  tra le pieghe profonde dei suoi romanzi e delle sue poesie alla tenerezza e alla dolcezza come antidoto alla violenza e alla sopraffazione”.

 

Nella stessa serata, alle 18.00, la Senatrice Valeria Fedeli inaugurerà anche la mostra di acquarelli “Donne in prima fila”, dove i migliori acquarellisti italiani, di fama internazionale, esporranno opere dedicate al mondo femminile.

La Rassegna Cinematografica si svolgerà, sotto la direzione di Luca Verdone, nei giorni 22-23-24 e 29, 30 e 31 luglio. I film in programma sono: A mano disarmata di Claudio Bonivento; Stromboli; Terra di Dio di Roberto Rossellini; Tra cielo e terra  di Oliver Stones; JoJoRabbit di TaikaWaititi;  La verità negata di Mick Jackson e E ora dove andiamo di NadineLabaki

Come ospiti ci saranno il Regista di “A mano disarmata”, Claudio Bonivento, Alessandro Rossellini, nipote di Roberto e regista di  The Rossellinis, il presidente dei critici cinematografici italiani, Steve Della Casa, Francesca Reggiani, comica, cabarettista, imitatrice e attrice, Caterina Taricano, critica cinematografica e Giulia Maenza, promessa del cinema italiano, che ha appena vinto il Nastro d’Argento e che deve confermare la sua presenza. Il giorno 28 luglio, ci sarà una giornata fuori programma, dedicata alla visione di due cortometraggi: Invisibili di Maria Grazia Moncada e Pierluigi Frassineti e OUTismoautDOOR di Ciampacavallo Onlus

 

 

Motivazione Premio a Dacia Maraini

 

Il Premio “Donne in Prima Fila” è assegnato a Dacia Maraini per lo straordinario impegno con cui ha illustrato  la letteratura italiana dagli anni Sessanta ad Oggi in un flusso continuo di opere dedicate soprattutto ai temi della emancipazione e della dignità del mondo femminile nella contraddittorietà e nella conflittualità dei temi sociali del mondo contemporaneo. La sua scrittura sempre aperta all’ascolto e alla empatia dei soggetti più deboli è un grande contributo alla comprensione e all’incontro tra i popoli e tra gli uomini e le donne vittime della violenza di “genere” e offre un canto di lode  tra le pieghe profonde dei suoi romanzi e delle sue poesie alla tenerezza e alla dolcezza come antidoto alla violenza e alla sopraffazione.

 

 

 

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.