La Rassegna d’Ipotesi Espressive dedicata alla raccolta fondi per le zone colpite dal sisma

XII edizione di ARTEr.i.e. – Rassegna di ipotesi Espressive, che si terrà a Cantalupo in Sabina (RI) dal 1 al 4 settembre 2016.

L’organizzazione, insieme agli artisti partecipanti, si è impegnata a risparmiare il più possibile e a devolvere tutti i guadagni degli stand gastronomici e del bar in gestione per aiutare i Comuni di Amatrice e Accumoli, per questo speriamo nella più ampia collaborazione alla diffusione dell’iniziativa.
Cos’è ARTEr.i.e. – Rassegna di Ipotesi Espressive in breve:

Arter.i.e. si svolge ogni anno durante la prima settimana di settembre a Cantalupo in Sabina (Rieti). Nel 2016 (1/4 settembre) si svolge la 12° edizione. La filosofia della manifestazione è basata su due punti invalicabili: l’assenza di momenti legati alla commercializzazione e proposte libere fatte da artisti che hanno voglia di sperimentarsi direttamente col pubblico. Nel centro storico di Cantalupo ogni via viene dedicata ad un’arte, ad ogni portone o muro o piazzetta si esibisce un artista e il pubblico gira liberamente.

Ad ARTEr.i.e. stiamo da capo a 12!

Edizione numero 12 per la Rassegna d’Ipotesi Espressive dedicata alla raccolta fondi per le zone colpite dal sisma


Cantalupo in Sabina (Ri) – 1, 2, 3 e 4 settembre 2016

Cosa può ancora dare di bello una manifestazione che si tiene da ben 12 anni il piccolo borgo della Sabina popolato da circa 1700 anime? Per fortuna ancora molto, perché ARTEr.i.e. si scopre ogni anno ricca di persone, artisti, ormai affezionati ed entusiasti di partecipare, divertire e sbalordire il gremito pubblico che affolla le strade di Cantalupo in Sabina.

Ed ecco quindi che dal 1 al 4 settembre le vie diventano colorati percorsi, piccoli palcoscenici illuminati a festa, dove si riscopre e si apprezza il mondo dei vecchi abitanti del centro storico, la macchia di vernice per un barattolo rovesciato, le piante aromatiche piantate qua e la, i piccoli passaggi nascosti, le cantine piene di anni e di vita. E mentre si passeggia ad osservare tutto questo, si ascolta musica, si vive il teatro, si ride con l’attore che sta proprio lì accanto, si ascolta una storia, si guarda incantati un quadro che nasce in quel momento.

E’ questo il segreto anche dopo 12 edizioni, ARTEr.i.e. ama ancora realizzare cose belle, per chiunque voglia confrontarsi con la creatività. Da più di dieci anni vuole essere un riferimento per chi cerca di promuovere l’arte e la cultura.

Come per le precedenti edizioni, ogni sera al termine dei percorsi artistici (ore 21.15-23.15), il pubblico potrà scegliere a quale evento finale assistere.

  • Giovedì 1° settembre, a compiento della serata, ci sarà alle ore 23.00 in Largo dei Sabini (ex Velario) la compagnia Sosta Palmizi con lo spettacolo ironico tra danza e teatro L’amore è uguale per tutti; in Piazza Garibaldi dalle 23.30, la YMCA Parthenope Onlus e i 70 ragazzi dello scambio europeo propongono Parading for human rights, danze e canti della tradizione europea; contemporaneamente in Piazza Camuccini “alla fontana”, il Mad cap studio di Casperia propone il suo nuovo progetto musicale: West Sabina Country road.

  • Venerdì 2 settembre, presso l’ex Velario, Matteo Cirillo descrive nel suo brillante e ironico monologo Aspettando una chiamata le giovani generazioni in attesa del “lavoro della vita”. Mentre dalle ore 23.30 in Piazza Garibaldi i Briganti Sabini faranno ballare il pubblico con i loro impulsi ritmici rock-folk-latino. A Piazza Camuccini ci sarà il rock avantgarde de Il Nido, band originaria de L’Aquila che non si pone regole nei suoi live, se non quella di un’imperante e pungente ironia ea seguire si ballerà con Vibbez e la sua Taranta rock disco attack.

  • Sabato 3 settembre, dalle ore 23.00 presso Largo dei Sabini (ex Velario) ci sarà La ‘NTISA Stesa Trio in Villanelle e altre storie. Ormai un affezionato, torna ad ARTEr.i.e. Roberto Billi alle ore 23.30 in Piazza Garibaldi con il suo Son Maestro di Follia Live Tour 2016, dove esegue vecchi e nuovi brani del suo repertorio. A Piazza Camuccini, mettetevi le scarpe comode “per saltare e ballare come non ci fosse un domani” con il concerto dei Toot e la successiva esibizione aritmo reggae di Gillo MC e Aspra Posse Sound System.

  • Domenica 4 settembre, si esibirà in Largo dei Sabini alle 23.00 la cantante-attrice-compositrice e molto sperimentatrice Beba Winigi in una performance che coinvolge diverse arti. In rapida successione, in Piazza Garibaldi, la carica esplosiva del gruppo A Day in LA. La serata sarà chiusa dalla performance “ARTEr.i.e. della notte”, con contaminazioni e sperimentazioni tra differenti arti.

Ricordiamo infine, i laboratori di ARTEr.i.e. Campus rivolti a chi lavora nel campo della cultura e dell’arte (proposta formativa sul sito: http://arterie2010.net/arteriecampus/) e domenica 4 settembre a partire dalle ore 16.30, il Parco Comunale di Cantalupo sarà inondato da tantissimi bambini per ARTE.r.i.e. dei Piccoli ovvero il Paese dei Bammocci, uno spazio riservato ai più piccoli.

In questi giorni di distruzione e solidarietà che hanno investito la nostra Provincia, anche la manifestazione vuole fare la sua parte: per questo l’organizzazione, insieme agli artisti partecipanti, si è impegnata a risparmiare il più possibile e a devolvere tutti i guadagni degli stand gastronomici e del bar in gestione per aiutare i Comuni di Amatrice e Accumoli in questo difficile momento. Partecipando in tanti alla manifestazione, bevendo una bibita o mangiando un piatto locale come gli spaghetti all’amatriciana potrete aiutarci in questa impresa. Il bilancio dell’evento sarà reso pubblico così come le entrate in modo che sia rispettata la massima trasparenza.

Anche per questo ogni volta che vedete la scritta ARTEr.i.e., perdete cinque minuti per capire di cosa si tratta e, nel dubbio, fidatevi di noi. Ci vediamo a Cantalupo!

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.