L’organo disperso della chiesa di S. Giuseppe a Roccantica

roccanticadi Renzo Giorgetti

 

La chiesa fu edificata tra il 1690 ed il 1696 dal marchese Giuseppe Vicentini di Rieti su progetto dell’architetto romano Francesco Fontana (1668-1708).

Lo storico Francesco Paolo Sperandio indica che la chiesa era juspadronato della famiglia Vincentini di Rieti e riferisce il testo di una iscrizione esistente nella chiesa.

L’iscrizione indica la committenza della chiesa da parte del marchese Giuseppe Vincentini e sua figlia Camilla con la data 1696:

 

“In honorem divi Josephi ecclesiam hanc Joseph Vincentinus Horatii patritii reatini et Camillae Cartariae nobilis urbevetanae filius a fundamentis erexit anno Domini MDCXCVI”

 

Nella chiesa esisteva l’organo, come vari siti web indicano:

 

“sopra la porta d’ingresso in un palco vi è un interessante organo settecentesco.”

 

Nella controfacciata esiste ancora una cantoria sorretta da colonnine.

Gli attuali proprietarii del complesso di cui fa parte la chiesa di S.Giuseppe, mi comunicano gentilmente che l’organo antico è stato venduto dai precedenti proprietari (conti Robbio Tacci) alcuni anni fa e che adesso nella chiesa si trova uno strumento degli anni ’50 del secolo scorso.

 

Francesco Paolo SPERANDIO, Sabina sagra e profana, antica e moderna ossia raccolta di notizie del paese sabino divisa in dieci capitoli, con carte corografiche, appendice ed indice della materie, tipografia Giovanni Zempel, Roma MDCCXC, p.158, 159.

 

 

 

 

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.