Inserire la spina della partecipazione per accendere una comunità energetica

Scadono oggi due avvisi, pubblicati solo 10 giorni fa dal Comune di Rieti, per la costituzione e realizzazione di una Comunità Energetica Rinnovabile (CER), con l’intenzione, di partecipare all’apposito bando per la realizzazione di sistemi centralizzati di produzione e distribuzione intelligente di energia e/o calore da fonti rinnovabili, anche attraverso le cosiddette “comunità energetiche”.

Il finanziamento riguarda il Piano complementare al PNRR nei territori colpiti dal sisma.

I due avvisi erano indirizzati uno all’individuazione di operatori economici per l’incarico di progettazione, l’altro all’individuazione di possibili soggetti interessati alla costituzione della CER.

Sono immediatamente balzate all’attenzione le notevoli difficoltà di successo dell’operazione, quando abbiamo realizzato che la scadenza prevista era il 17 novembre 2022, affinché il Comune potesse esaminare velocemente le adesioni pervenute e predisporre la documentazione necessaria alla partecipazione al bando del Piano complementare, il quale a sua volta scade il 20 novembre 2022 (dopo la proroga della scadenza originaria del 31 ottobre 2022). Tanto più che la pubblicazione degli avvisi non era stata preceduta da campagne di informazione rivolte alla cittadinanza che avrebbero avuto l’intento di evidenziare in maniera trasparente gli obiettivi che il Comune voleva perseguire con la realizzazione della CER ed i vantaggi di tale realizzazione per i partecipanti e per l’intera cittadinanza. 

Ci auguriamo che l’iniziativa, seppur partita in fretta e carente di prerequisiti essenziali, vada comunque in porto, per i benefici complessivi che ne possono derivare. Ci limitiamo solo a citare, tra gli altri, la possibilità di creare relazioni tra i cittadini, l’ente locale e le imprese, di generare legami di comunità per perseguire scopi comuni, di sostenere capacità manageriali ed imprenditoriali, di stimolare la partecipazione ed infine, di implementare un modello di produzione dell’energia decentrato.

Proprio perché crediamo nell’effetto positivo che avrebbero questi benefici sulla nostra comunita, invitiamo l’Amministrazione comunale a predisporre con largo anticipo tutte le iniziative necessarie per consentire una partecipazione informata dei cittadini, qualora si dovessero presentare ulteriori possibilità di realizzazione di Comunità Energetiche Rinnovabili che potrebbero derivare dall’emanazione dei bandi PNRR sull’argomento, previsti per il 2023.

 

18 novembre 2022

 

NOME Officina Politica

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *