I misteri della torre dell’orologio di Poggio Mirteto

di Renzo Giorgetti

La torre dell’orologio di Poggio Mirteto è nota per la leggenda che celebra la storia della bellissima fanciulla di nome Fiorana, impazzita di dolore per avere ucciso l’amato e morta suicida gettandosi dalla torre stessa. Ormai le vicende hanno assunto un tipico risvolto leggendario legato alla eventuale presenza dello spirito di Floriana, che vaga per la torre, ed ai malinconici rintocchi delle campane espressione della sua sofferenza perpetua.

Io desidero aggiungere un pizzico di mistero alla torre dell’orologio, proprio parlando di un aspetto tecnico legato alla struttura dei due quadranti dell’orologio stesso.

Dopo aver esaminato attentamente le varie foto del monumento, sia quelle storiche, che quelle più recenti, mi sono sentito coinvolto in alcune considerazioni sui due quadranti dell’orologio civico che sono oggetto di alcune stranezze ed incongruenze evidenti.

Le foto d’epoca della torre, situata accanto all’Episcopio, presentano chiaramente due quadranti in intonaco bianco, su una delle quali  sono verniciate 12 cifre arabe.

Le ore erano indicate da una lancetta di lamiera sagomata per ognuno dei quadranti, ognuna con una foggia diversa dall’altra. [vedasi foto n.1]

Altre foto recenti mostrano i due quadranti privi di numerazione, in quanto deteriorati, dove sono sempre presenti le lancette di lamiera.

La cosa più bizzarra è che una foto dei due quadranti, è stata inserita in un sito che ha censito tutti gli orologi pubblici a sei ore, ovvero segnanti l’ora italiana. [vedasi foto n.2]

In questo sito è presente anche la foto dei due quadranti posti sulla torre di Poggio Mirteto, come se essi avessero la numerazione alla romana, cioè di sei ore in sei ore.

In effetti la foto mostra i due quadranti caratterizzati da un semplicce intonaco bianco completamente privo di numeri o cifre visibili. In entramni i quadranti la lancetta di lamiera, che pare di antica fattura, è ancora una sola, come quella antica.

Come è possibile che i quadranti siano considerati con la numerazione a sei ore, mentre nelle foto più antiche emergevano 12 cifre arabe.?

In attesa di poter chiarire questo piccolo mistero, questo articolo servirà, se non altro, a stimolare la curiosità di qualcuno che sino ad oggi transitava nella piazza Garibaldi senza voltarsi verso la parte alta della torre, senza curarsi di questa singolarità che accentua il mistero legato alla torre.

 

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.