Ascensore San Pietro Martire, il Tar accoglie le tesi del Comune di Rieti

Ascensore San Pietro Martire, il Tar accoglie le tesi del Comune di Rieti. Cicchetti ed Emili: “finalmente sblocchiamo un’opera importante”.

 

Con la sentenza n. 1737 del 14/2/2022 il Tribunale amministrativo della Regione Lazio ha accolto il ricorso proposto dal Comune di Rieti ordinando all’ufficio ministeriale competente il riesame della richiesta di autorizzazione alla messa in esercizio dell’ascensore di piazza Cesare Battisti, alla luce della documentazione che ne attesta la conformità alla legge.

“Una decisione che sposa integralmente la tesi sostenuta dalla nostra Amministrazione comunale, al punto da condannare l’organo ministeriale persino al pagamento delle spese processuali in favore del Comune di Rieti – spiega l’assessore ai lavori pubblici, Antonio Emili – Se ne ricava la prova della legittimità dell’operato col quale l’Amministrazione comunale ha portato a compimento l’opera volta a migliorare l’accesso al nostro centro storico. Una vittoria che rende giustizia ai cittadini nella battaglia condotta contro la burocrazia ritardante e puntigliosa”.

“Ringrazio l’Avv. Alberto  Colabianchi che ha brillantemente sostenuto le tesi del Comune e l’Assessore ai Lavori pubblici Antonio Emili  – dichiara il Sindaco di Rieti, Antonio Cicchetti – che ha lavorato per assicurare ai reatini la fruibilità di un’opera importante per il centro storico”.

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.