Andar per sagre in Sabina: da Paganico a Cretone

Image

Sagra delle sagne strasciate – Paganico S. (RI) – 31 luglio
Un quarto di secolo dedicato ai sapori di una volta e alle antiche tradizioni. Sagne strasciate, le consuete leccornie e vino rosso sono le ricette semplici e gustose celebrate nella tradizionale sagra estiva di Paganico Sabino, che spegne quest’anno le prime venticinque candeline: l’appuntamento è fissato per domenica 31 luglio nel piccolo borgo che sorge sulle sponde del Lago del Turano. Alla Sagra delle sagne strasciate sarà possibile scoprire questo particolare primo piatto dal gusto inconfondibile pronto a conquistare anche i palati più esigenti, preparato dalle massaie del posto seguendo ancora oggi un’antichissima ricetta: la sfoglia, realizzata rigorosamente a mano, viene strappata in piccoli lembi che vengono cotti e conditi con i prelibati funghi porcini raccolti in questo tratto della provincia di Rieti.

Image

Sagra del ciammellocco – Cretone (RM) – 29/31 luglio
Uno tira l’altro e quando si assaggia il primo è difficile riuscire a dire basta: è il ciammellocco di Cretone, il dolce tipico che la frazione di Palombara Sabina festeggia per tre sere consecutive dal 29 al 31 luglio con la sagra ad esso dedicata. Uova, farina, anice, limone e olio d’oliva sono gli ingredienti, semplici e genuini, con le quali le massaie del borgo in provincia di Roma – famoso per le sue terme – preparano la deliziosa ciambella che sarà cotta al momento e servita calda, così come insegnano le nonne. Il ciammellocco, d’altronde, non è solo un Prodotto Tradizionale del Lazio da consumare nei giorni di festa, quanto piuttosto un ritorno alle tradizioni del passato e agli antichi valori da recuperare, perché ha costituito per tanti anni il pasto ideale dei contadini nelle quotidiane fatiche nei campi…

Image

Sagra delle fettuccine – Monteleone (RI) – 6/7 agosto
Un glorioso passato intriso di storia, misteri e leggende. E un primo piatto che, già nel nome, porta con se i segni indelebili di questi affascinanti trascorsi. Così Monteleone Sabino, un tempo Trebula Mutuesca, festeggerà il 6 e 7 agosto le sue prelibate fettuccine alla trebulana, una ricetta legata a doppio filo alle tradizioni del borgo in provincia di Rieti e così chiamata in onore della città sabino-romana che visse il suo periodo più fiorente nel I° Secolo a.C. Un piatto realizzato ancora oggi seguendo una ricetta tramandata oralmente per tanti secoli: vengono impastate farina e uova e poi la sfoglia viene tirata a mano con il mattarello di legno; una preparazione all’apparenza semplice che in realtà nasconde trucchi e segreti che fanno la differenza…

Image

Ad Ascrea (RI) è tempo di fettuccine ai porcini – 7 agosto
Ha trent’anni di vita ma non li dimostra. Anzi, una simile ricorrenza va festeggiata a dovere! E così la Sagra della fettuccina al fungo porcino di Ascrea, che ogni estate chiama a raccolta gli amanti degli antichi sapori nel borgo in provincia di Rieti, si annuncia quest’anno ancora più imperdibile del solito.

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *