A Rieti si è tenuto il terzo appuntamento di “Il futuro non aspetta!”

Dopo le tappe di Frosinone e Viterbo, si è svolto a Rieti il terzo appuntamento di
“Il Futuro non aspetta!”, evento organizzato da Federlazio per celebrare i suoi 50 anni di storia. Un momento di riflessione su passato e futuro delle aziende reatine, a cui hanno partecipato, oltre al Presidente Federlazio, Silvio Rossignoli, e al Direttore Generale, Luciano Mocci, tantissimi imprenditori, Autorità Civili, Religiose e Militari, Associazioni Datoriali, Organizzazioni Sindacali e Istituti Bancari.

 

Durante l’incontro sono stati sottolineati, insieme a Luca Di Bartolomei, startupper, e Luigi Campitelli, Direttore Spazio Attivo di Lazio Innova, alcuni temi su cui l’Associazione sta puntando per sostenere le imprese in un momento di perdurante difficoltà: digitalizzazione, Blockchain, Intelligenza Artificiale, Cybersecurity, Metaverso, Internet of Things.

Il Direttore Mocci ha preannunciato la nascita di un servizio che mette in contatto le start-up con le imprese strutturate e una piattaforma, “Go Business! Hub”, attraverso la quale le aziende possono mostrare i propri servizi e progetti, per fare networking e costruire opportunità di business.

 

Nel tavolo di confronto, a cui hanno partecipato anche Antonio Bianco e Luigi Spaghetti, redattori, rispettivamente, de Il Messaggero e del Corriere di Rieti, è emerso che le imprese reatine hanno dimostrato negli anni di avere una capacità fuori dal comune nel superare difficoltà legate, oltre ai cicli economici e alla carenza di infrastrutture di trasporti e digitali, anche a un terremoto che ha stoppato in modo violento il loro sviluppo.

 

 

Il Presidente della sede di Rieti, Alberto Cavallari: “I 50 anni segnano un traguardo importante che deve essere da stimolo per il futuro. Occorre che la politica dia priorità agli investimenti sulle infrastrutture digitali e delle comunicazioni. Oltre a ciò, bisogna collaborare con le istituzioni per sviluppare idee nell’ottica di creare una cultura orientata allo sviluppo territoriale. Altro aspetto non secondario è la consapevolezza che la sinergia tra imprese e mondo universitario sia un’occasione da non perdere. Dal binomio Imprese-Università, infatti, potranno nascere professionalità in grado di consentire la crescita e lo sviluppo delle aziende”.

 

Il Direttore della sede di Rieti, Mauro Giovannelli, ha invece sottolineato come “Federlazio, oltre ad offrire rappresentanza alle imprese, continuerà a supportare le aziende del territorio, darà sostegno anche a chi vuole sviluppare un’idea e, allo stesso tempo, creerà le condizioni per far incontrare il mondo delle start-up con le aziende mature. Restare insieme per lavorare insieme, questo è l’obiettivo dell’Associazione”. 

 

Al termine dell’evento, la premiazione e la consegna di una medaglia ai Past President Federlazio.

 

 

 

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *