Eventi di “50 e Più” provinciale tra bellezze naturalistiche e conoscenza di luoghi

Eventi di “50 e Più” provinciale tra bellezze naturalistiche e conoscenza di luoghi e persone nella terra del Santo Francesco.

 

Lo stupore di un folto gruppo di amici per la inconsueta bellezza che  si è offerta agli sguardi quasi sorpresi dalla distesa, intensamente odorosa, di un campo coltivato interamente a lavanda situato nella piana reatina a due passi dalla Città.

 La visita del 27 luglio,  ideata per la seconda uscita sul territorio liminare dalla associazione provinciale “50 e Piu”, è stata una simpatica e preziosa occasione per condividere in amicizia con  la Comunità  Laudato sì Colli del Tronto/Rieti , con  la realtà editoriale Sabina e con  il Movimento per la Vita-Centro di Aiuto alla Vita di Rieti, una esperienza di conoscenza  rispetto ad un piccolo spazio del nostro territorio coltivato e curato con amore ed anche con originalità da una famiglia reatina dai nonni ai nipoti: dai ricordi quasi scomparsi nei bauli chiusi della memoria, prende vita una idea, un sogno, un affidamento prezioso  come la gioia e la speranza di realizzare e proporre ai visitatori della cascina prodotti semplici di qualità ricavati da  quegli arbusti erbacei della famiglia delle graminacee dal colore violaceo e dall’intenso profumo appunto di lavanda.

Così una passeggiata, perdersi tra le distese fiorite prossime al taglio rigorosamente eseguito a mano, inebriarsi di cosi’ soavi odori di questo lungo campo cespuglioso che evoca quadretti romantici quasi un quadro di Monet, odori piacevolissimi e distensivi che si mescolano a quelli  provenienti dai vicini campi di grano  già mietuto. Poco più di una ora ben preparata dal composito gruppo,  sufficiente per distogliersi dalla calura della città, dagli affanni del quotidiano date anche le tristezze accumulate a causa di questo tempo di pandemia.

Magia della natura. Benefica terra che tanto da una ingannevole imperante cultura tecnologica sembra essere stata soverchiata!  Ma nulla,  da sperare, è irrimediabile.  Vinca la volontà di ritrovare stili di comportamenti compatibili con la natura la quale fa dell’equilibrio la risultante di una armonia cosmica vitale per l’uomo. Il rispetto per l’ambiente, la compatibilità delle nostre azioni con il territorio che abitiamo, generano benefici concreti sia materiali che spirituali, per la nostra vita che sia una vita vera e non virtualmente declinata o profondamente tradita e ferita. 

Riconoscere, accogliere, accompagnare, generare futuro  che sia un futuro non disumanizzato che genera infelicità.

Sovviene pensare che il vero benessere dell’uomo e delle socialità sta nel riconoscersi parte di un tutto dove la singolarità di ogni realtà anche sistemica trova naturale ed equilibrata collocazione per la giusta propria vocazione e per i bisogni più generali, tutto teso al bene comune.

L’evento, che segue la amichevole passeggiata ecologica lungo le sponde del Velino in un breve tratto in città del mese scorso sempre ideata dalla “50 e Più” provinciale,  annuncia una prossima uscita per conoscere ed apprezzare preziose sorgenti di acque appena fuori il Comune di Rieti.

 

Maria Laura Petrongari

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *