Il critico Marco Testi torna con il suo Caffé Letterario a Vescovio

Da quasi dieci anni Marco Testi, storico della letteratura e critico letterario su importanti testate nazionali e internazionali, conduce a Vescovio, grazie all’ospitalità della locale Istituzione Teresiana, un programma di conferenze con interventi di poeti, filosofi, scrittori, scienziati o con presentazione di romanzi, poesie, racconti di ieri e di oggi che per qualche motivo tornano o sono di attualità. Quest’anno saranno ospiti della Caffè Letterario un poeta affermato, Domenico Fortuna, che ha letto e presentato alcune sue liriche tratte soprattutto da Oltre la notte, libro in cui dolore per la scomparsa della persona cara e speranza diventano un groviglio inestricabile. Sarà poi la volta del vaticanista del tg, Riccardo Cristiano, con il suo  Bergoglio o barbarie: da laico qual è, Cristiano riconosce al pontefice l’unica possibilità di progresso nella pace e nell’amore dell’altro; infine lo scrittore Armando Santarelli, che presenterà il suo recente romanzo, Storia di Mirela, in cui narra la storia di esilio e sospetto di una badante che viene dall’est e cerca di dare una mano ai suoi figli rimasti in Romania.  Si parlerà poi, nelle conferenze senza ospiti, di libri che hanno detto qualcosa di importante sul Covid, o romanzi che hanno fatto il Novecento e che sono passati inosservati in Italia.

 

Sotto l’egida del Caffè Letterario, che è il titolo “storico” dell’iniziativa ogni anno viene posto un sottotitolo che da tre anni è Sentieri Nascosti, dal titolo del recente libro dello stesso Testi. Tra l’altro Vescovio è un luogo tra i più belli della Sabina: i resti di un’ antica città dei sabini e poi foro romano (Forum Novum), la presenza dell’antica cattedrale sabina, con i suoi tesori d’arte, e dei resti di un episcopio medioevale su una vicina collina rivestito dalla vegetazione ne fanno un unicum: proprio qui da anni si incontrano artisti, poeti, scrittori, pensatori per interagire con un affezionato pubblico che viene anche da lontano e che coglie l’occasione per confrontarsi e “chiacchierare” con loro. Un evento tra i più affascinanti perché raccoglie in sé natura, arte, letteratura e fede con un programma di incontri che si sviluppa in genere da ottobre a giugno.

 

10 ottobre

Amore verso Dio e verso l’altro.

Oltre la notte di Domenico Fortuna

Quando la fede e l’amore -e la poesia- aiutano a superare il dolore e gli ostacoli della vita.

Sarà presente l’autore.

 

14 novembre

Quel Covid che viene da lontano

Spillover  di David Quammen

Uno studio fatto direttamente nei luoghi delle pandemie e durato decine di anni ci rivela che sapevamo già di una possibile nuova emergenza causata sia dalla catastrofe ecologica sia dal passaggio dei patogeni tra animali e uomini.

 

9  gennaio

Una speranza contro il caos

Bergoglio o barbarie di Riccardo Cristiano

Un vaticanista della tv sostiene che l’attuale pontefice è l’unico punto di riferimento per un progetto sociale nuovo, fatto di fratellanza e rispetto dell’altro e della terra. Al di là del quale non resta che disordine e attacco indiscriminato all’ecosistema

Sarà presente l’autore

 

13 febbraio

Verso un nuovo senso della vita

Le cure domestiche di Marilynne Robinson

Due sorelline rimangono da sole per l’enigmatica fine della madre: sarà una vagabonda a prendersi cura di loro e a mostrare che la vita non è solo consumo e accumulazione.

 

13 marzo

Quell’ineludibile presenza.

Bugie di John Maxwell Coetzee

La ricerca di senso in una società che sembra averlo messo nel dimenticatoio nell’ultima fatica di un premio Nobel.

 

10 aprile

Quel mancato accordo con il mondo

Malcom Lowry, Sotto il vulcano.

L’incapacità di accordo con la vita e con gli altri nella natura del Messico come paradiso perduto narrata da uno dei più grandi scrittori del Novecento, ma pochissimo conosciuto in Italia.

 

8 maggio  

Dalla parte dello straniero

Armando Santarelli, Storia di Mirela

Una donna con marito e figli a carico, è il caso di dirlo, deve lasciare la Romania e venire a fare la badante in Italia, con tutti i pregiudizi, le cattiverie gratuite e le umiliazioni del caso. Come la letteratura aiuta a capire l’altro.

Sarà presente l’autore.

 

Per informazioni: Istituzione Teresiana Italiana, Vocabolo Vescovio, 65- 02049 Torri in Sabina (RI)

0765.608027

347.0088346

329.1760460

 

Share Button

Author: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *