Giuseppe Conte ad Accumoli, Arquata ed Amatrice

di Giuseppe Manzo

Il primo atto in Italia del neo Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è stato una visita il giorno 11 giugno 2018 ad Amatrice, Accumoli e Arquata. Non per promettere o fare polemiche, ma per portare la sua solidarietà e quella dell’intero governo giallo-verde alle persone terremotate.

Informale, in maniche di camicia, senza sottrarsi alle richieste delle persone comuni, Giuseppe Conte ha voluto guardare con i suoi occhi i segni della distruzione che è ancora presente nei centri colpiti dal sisma infinito del 24 agosto 2016.

Molte le persone terremotate che lo hanno potuto incontrare e che hanno potuto parlargli anche se per pochi minuti. Tra queste la rappresentante dell’Associazione Laga Insieme e autrice di un importante libro fotografico su Amatrice, Adriana Pierini, che ha voluto donare una copia del suo libro “Amatrice il profumo della sua terra” al Presidente del Consiglio e al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

E’ un bene che il governo inizi dalle zone colpite dal sisma, perché la situazione delle persone terremotate dopo 22 mesi è ancora drammatica. Infatti le nuove abitazioni stanno mostrando molte criticità. La gente che è rimasta si sente abbandonata e isolata. Molte famiglie sono divise da quasi due anni. La mancanza di speranza e l’assenza di futuro stanno causando situazioni allarmanti, anche sul piano psicologico. Le persone che vivono ancora lì stanno lanciando un grido di aiuto, che rischia di rimanere inascoltato.

Quello donato a Conte e Zingaretti è un libro che racconta la bellezza dei Monti della Laga, narra il ricordo di Amatrice, prima dell’evento sismico e dopo la dolorosa distruzione e, infine, celebra la vita che ricomincia.

Il libro, realizzato dalla Onlus Laga Insieme per raccogliere fondi per la ricostruzione, ci invita a scoprire, a condividere e apprezzare i sapori e i profumi di questa magnifica terra, però ferita.Acquistare questo importante libro offrirà a ognuno di noi la possibilità di contribuire a recuperare o ricostruire, ad esempio, le fontane di Amatrice e di Accumoli.

E’ vero si tratta solo di una goccia nell’oceano delle necessità, ma in questo momento èun’opportunità per tornare a mostrare solidarietà per le persone terremotate.

Il libro “Amatrice il profumo della sua terra” può essere richiesto attraverso il sito web della onlus www.lagainsieme.it

Share Button

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *